Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Nel barattolo

Una o due volte l'anno l'uomo si recava in un piccolo magazzino vicino a casa, sempre lo stesso, era metodico, una di quelle botteghe che vanno scomparendo, quelle dove trovi, per intenderci, tutto, dai cacciavite alla carta moschicida,  e comprava una confezione da venti pezzi di barattoli di vetro da conserva, di quelli con il tappo che crea il sottovuoto, e non era fine estate e non era nemmeno sempre la stessa stagione. La cassiera, che in quel negozio ci  aveva iniziato a lavorare nella stagione dell'acne e ora ci arrivava al mattino dopo aver lasciato il secondogenito davanti al cancello delle elementari, si era domandata cosa quell'uomo, un tipo interessante che chiaramente teneva molto al suo aspetto fisico, ci conservasse. Poiché l'intrigava, fin dalla prima volta che era venuto in bottega, e sapendo che in quel negozio gravitava una clientela strettamente locale, se si escludevano alcuni appassionati ottuagenari dell'arte del traforo, capaci di attra…

Ultimi post

Marialaportinaia

Lasciti e doni

La sera di Ognissanti

Distopia, distopia per maligna che tu sia

Una forma di eternità

Incipit: Tutto è possibile

Varie ed eventuali 11

Incipit: tutta la luce che non vediamo

Wondernonna

Da lontano